Associazione per il musicista Alberto Franchetti

Home » concerti

Category Archives: concerti

La Sinfonia in mi minore di Franchetti @ Festival di Martina Franca

Concerto

Martina Franca (Taranto), Palazzo Ducale
(Piazza Roma, 28)
giovedì 3 agosto 2017, ore 21
Festival della Valle d’Itria

All’intero del programma:
Alberto Franchetti, 
Sinfonia in Mi minore

Pianoforte Alessandro Taverna
Direttore d’orchestra Alvise Casellati
Orchestra Internazionale d’Italia

Programma di sala | Scheda evento
Comunicato stampa | Il festival della Valle d’Itria

In collaborazione con Associazione per il Musicista Alberto Franchetti

Sinfonia in Mi minore (ed. Ricordi)


Le onde del destino. Alberto Franchetti e il Cristoforo Colombo a Genova

Le onde del destino
Alberto Franchetti e il Cristoforo Colombo a Genova

Genova, Biblioteca Universitaria
(Hotel Colombia, via Balbi 40)
giovedì 25 maggio 2017, ore 17

Concerto-conferenza
a cura di Luca Scarlini e Richard Erkens

Leon Kim baritono
Anna Toccafondi pianoforte

Nell’ambito della conferenza verrà presentato il volume:

Ingresso libero
Info: Biblioteca Universitaria di Genova | tel. +39 010 254641 | bu-ge.eventi@beniculturali.it
http://www.bibliotecauniversitaria.ge.it “vieni >> @alla tua biblioteca”

Guarda l’album fotografico

Rassegna stampa:
La Voce di Reggio, 21 maggio 2017

Sito ufficiale

Giove a Pompei @ Foggia, Teatro Umberto Giordano

Foggia, Teatro Umberto Giordano
Venerdì 5 Maggio 2017, ore 21
Domenica 7 Maggio 2017, ore 19.30

Giove a Pompei
operetta in tre atti di
Alberto Franchetti e Umberto Giordano

libretto di LUIGI ILLICA ed ETTORE ROMAGNOLI

Direttore: GIANNA FRATTA 

Regia: CRISTIAN BIASCI

Personaggi e Interpreti:

Giove: SERGIO VITALE
Lalage: DANIELA BRUERA
Aribobolo: ALDO CAPUTO
Parvolo Patacca: MATTEO D’APOLITO
Calpurnia: ANGELA BONFITTO
Marcus Pipa: FRANCESCO PITTARI
Aricia: ITALO PROFERISCE

Scene: FRANCESCO GORGOGLIONE
curatore con l’Accademia di belle arti di Foggia

Effetti speciali e proiezioni in 3d: RAFFAELE FIORELLA

ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO DI MUSICA
DI FOGGIA “U. GIORDANO”

CORO LIRICO PUGLIESE

Maestro del coro: AGOSTINO RUSCILLO

Sito ufficiale


La commedia musicale Giove a Pompei (1921) nasce nel periodo forse più entusiasmante della cultura artistica europea del XX secolo. È il periodo nel quale le Avanguardie imperversano con i loro svariati “ismi”, e molte forme d’arte cosiddette “nuove” si stanno facendo largo tra il grande pubblico. Una su tutte, il cinema, che sta diventando sempre più importante, veicolo mediaticamente sorprendente, semplice e immediato, raccoglie sempre più consensi: al momento del Giove a Pompei di U. Giordano e A. Franchetti erano già usciti tre film (uno nel 1908 – primo film storico-epico del cinema italiano – e due nel 1913, tutte produzioni italiane) sul tema degli “Ultimi giorni a Pompei”, tutti ispirati al romanzo “The last days of Pompei” del 1834 di E. George Earle Bulwer-Lytton, da segnalare anche l’opera lirica “Jone o gli ultimi giorni a Pompei” di Errico Petrella del 1858 modello ispiratore del film omonimo del 1913 per la regia di Ubaldo Maria Del Colle.

L’idea della messa in scena tiene in forte considerazione quanto appena descritto e anche tutte le altre forme di teatro “leggero” che in quegli anni affiancano le ben più colte e rodate vie del melodramma: su tutte, il teatro di varietà, dove grazie al comico, alla parodia e al grottesco, convivono sulla scena personaggi che trascendono le collocazioni temporali e culturali. Rivolto al grande pubblico attraverso la satira riesce ad entrare nella contemporaneità con sferzante umorismo: pensiamo ad Ettore Petrolini che con il suo Nerone – il testo è del 1917 – per questa messa in scena è fonte primaria di ispirazione per Parvolo Patacca del Giove a Pompei. Tutti i personaggi della commedia musicale sono in qualche modo “caricature” di loro stessi: un Giove che combatte con la sua età, un Parvolo Patacca che, ad onor del nome, sostiene l’economia cittadina grazie all’invenzione della “patina della storia” trucco per spacciar “patacche”, e ancora Aribobolo, reduce d’Africa e fidanzato geloso, una Lalage sua promessa sposa talmente ingenua da affidarsi al primo che incontra in città, ma pronta a sacrificarsi per salvare Pompei andando in sposa proprio a Giove, e così tutti comprese le compagini del coro.

I personaggi, 14 tra primari e comprimari oltre a 30 componenti del coro, 5 danzatori e 6 comparse, sono protagonisti di quadretti talvolta comici, o satirici che mettono in primo piano degli stereotipi ben precisi, tenuti insieme da una figura principale che orchestra e architetta piani che infine si riveleranno inutili. Benché il carattere generale della messa in scena sia appunto di spirito “leggero”, porrà, attraverso la recitazione, che occupa più di un terzo della scrittura librettistica, molti “colti” spunti sia storici che di attualità sociale e politica propri del periodo dell’uscita dell’opera musicale. Questo a sottolineare che il “Giove a Pompei” è un lavoro concepito con un respiro, soprattutto librettistico, intellettualmente molto acuto che ne fanno un opera unica nel suo genere.

Con la messa in scena attraverso la recitazione, i costumi e la scenografia, che si avvarrà di proiezioni 3D originali, create appositamente, che prevedono la presenza di 4 proiettori, si darà vita ad una rappresentazione che nel corso dei tre atti si evolverà  in un crescendo: da una visione descrittiva-filologica dell’inizio, primo atto e parte del secondo, verso una molto più dirompente e vicina ai tumulti culturali degli anni dell’uscita della commedia musicale. Il processo porterà verso una cifra dadaista, dove il rosso pompeiano, che taglia la scena a metà in orizzontale, suggerito dalle architetture originali, aprendo la scena verso un paesaggio dominato in lontananza da un magnifico Vesuvio, diventerà la base di manifesti e opere pittoriche di T. Tzara, F. Picabia, H. Arp, M. Duchamp spostando la visione verso una verticalità ineluttabile che culminerà con l’eruzione del vulcano e la distruzione di Pompei. Come per la scena, anche i personaggi attraverso la recitazione si evolveranno caricandosi di atteggiamenti via via più meccanici, caricaturali e grotteschi.

PRESENTAZIONE Alberto Franchetti: l’uomo, il compositore, l’artista @ Firenze

Presentazione del volume

ALBERTO FRANCHETTI: L’UOMO, IL COMPOSITORE, L’ARTISTA
a cura di Paolo Giorgi e Richard Erkens
Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2015

Copertina

Firenze, Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini”
sabato 18 giugno 2016, ore 17

Davide Ceriani, Cesare Orselli, Richard Erkens relatori
Cecilia Bagatin mezzosoprano
Hankyol Kim baritono
Anna Toccafondi pianoforte

Scarica il programma di sala

________________________________________

Organizzazione a cura di
Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di FirenzeLogo_Conservatorio-LC

In collaborazione con
Associazione per il Musicista Alberto Franchetti

AF-logo-intero trasparente

INVITO: Incontro alla musica

Italian classics - IncontroMusica2016

Italian Classics · Concerti di musica classica,
con artisti di livello internazionale

Lezioni concerto per avvicinarsi alla musica classica in modo semplice e naturale,
con le parole e la musica di grandi interpreti.


In programma

Giovedì 28 aprile 2016
Concerto per Orchestra e Pianoforte

Camerata RCO | I musicisti della Royal Concertgebouw Orchestra
Andrea Padova pianoforte
Marcello Mazzoni pianoforte

Musiche di W. A. Mozart:
Quartetti con pianoforte K 478, K 493
Ouverture da “Le Nozze di Figaro” K 492

Martedì 17 maggio
Concerto per Pianoforte e mezzosoprano

Martina Belli mezzosoprano
Marcello Mazzoni pianoforte

Musiche di R. Wagner: Wasendonk-Lieder


Direzione artistica M° Marcello Mazzoni

Il ricavato delle serate andrà devoluto al GRADE (Gruppo Amici Dell’Ematologia) di Reggio Emilia

Info e prenotazioni biglietti:

  • Associazione Culturale Italian Classics
    Via Emilia Santo Stefano 14
    Tel. 392. 8567046
  • Discoland Reggio Emilia
    Via Migliorati 6
    Tel. 0522.433785
  • Agenzia Viaggi Natouralmente
    Corso Garibaldi 16/b
    Tel. 0522.435046

Italian Calssics collabora con: Associazione per il Musicista Alberto Franchetti

Invito al concerto Voci e musica dalla Grande Guerra

Invito al Concerto

Borgo San Lorenzo - volantino voci e musica dalla grande guerra 21 apr 2016

in programma musiche di Alberto Franchetti
(Ballata di primavera [dedicata alla Croce Rossa, 1915]),
U. Giordano, R. Zandonai, P. Mascagni, G. Puccini, R. Leoncavallo
e altri autori del periodo 1915-1918

Ingresso libero


Voci e musica dalla Grande Guerra

Giovedì 21 aprile 2016, ore 21
Borgo San Lorenzo (FI), Teatro Giotto
(corso Matteotti 151)

introduzione allo spettacolo a cura di Carlo Perucchetti
Emanuele Lippi pianoforte
Michela Sburlati soprano
Paolo Bernardi tenore
Marta Lotti mezzosoprano

Per info: musicaegrandeguerra.com · carlo.perucchetti50@gmail.com

INVITO Festival dei pianisti italiani | 28-29 luglio e 2 agosto @ Reggio Emilia

Con piacere invitiamo al
Festival dei pianisti italiani,
in programma a Reggio Emilia presso il Chiostro Grande di San Pietro
nelle giornate di 28 e 29 luglio e 2 agosto 2015:

locandina-festival-2015-small


L’edizione del Festival di quest’anno, una sorta di numero zero, vedrà ospite nella prima serata Sandro Ivo Bartoli che si esibirà in un programma lisztiano, nella seconda saranno protagonisti i Solisti dei Berliner Philharmoniker con Marcello Mazzoni e nella terza Sandro Cappelletto ci racconterà l’ultimo anno di vita di Franz Schubert attraverso le tarde composizioni del grande viennese, eseguite da Marco Scolastra.

La prima serata sarà introdotta dalle letture di Barbara Nicoli e supportata dalle immagini del pittore Davide Benati; il secondo evento sarà introdotto dallo storico dell’arte Valerio Deho che parlerà del rapporto fra musica ed immagine; la terza serata si avvarrà delle parole di Sandro Cappelletto e delle esecuzioni al pianoforte di Marco Scolastra.

Il prezzo dei biglietti è di 10 euro ad evento e di 20 euro per i tre concerti

L’intero incasso andrà devoluto a CURARE ONLUS per la realizzazione del progetto MIRE
(ospedale pediatrico di Reggio Emilia) e all’Istituto di Alta Formazione Musicale “A. Peri – C. Merulo”
per la manutenzione degli strumenti da concerto.

Prevendita biglietti
Discoland
via Migliorati, 6 Reggio Emilia | 0522433785 | info@discolandmail.com

Italianclassics
via Emilia Santo Stefano, 14 Reggio Emilia | 392 1534842 | info@italianclassics.com


Il Festival, il cui obiettivo è quello di promuovere una generazione di pianisti del nostro Paese, è costituito dal seguente Comitato scientifico: Marcello Mazzoni (direttore artistico), Sandro Ivo Bartoli (presidente), Laura Gasparini (vice presidente), André Gallo, Renato Negri, Andrea Malagoli, Alessandro Marino, Ivan Spelti e si può vantare la collaborazione del Comune di Reggio Emilia, il patrocinio di UNIMORE e Istituto Musicale Peri-Merulo e del supporto di realtà di livello internazionale quali Steinway & Sons Italia, Imola Piano Academy-Eindhoven , AIARP, Accademia De’ Concerti di Pisa, BUS74, Reggio Iniziative Culturali, Soli Deo Gloria, LUC e l’Associazione per il musicista Alberto Franchetti.

Gli eventi sono stati possibili grazie al sostegno del main Sponsor BAIAUTO (concessionario Audi, Wolksvagen e Seat per Reggio Emilia) degli altri sponsor Banca Profilo e IEC plus e dello sponsor tecnico Casa Musicale Del Rio.

Presentazione del volume: Alberto Franchetti. L’uomo, il compositore, l’artista

Il Presidente dell’Associazione per il Musicista Alberto Franchetti
Stefano Maccarini Foscolo

invita alla presentazione del volume

Copertina

Alberto Franchetti. L’uomo, il compositore, l’artista

a cura di Paolo Giorgi e Richard Erkens
Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2015

Sabato 13 giugno 2015, h. 18
Libreria All’Arco

(via Emilia S. Stefano 3D, Reggio Emilia)

Per info: associazionealbertofranchetti@gmail.com

La presentazione sarà condotta da Daniela Iotti,
con l’intervento dei curatori del volume Paolo Giorgi e Richard Erkens,
e con la partecipazione di
Paola Sanguinetti, soprano e Milo Martani, pianoforte

Guarda la galleria fotografica dell’evento

page-2